Certificazioni

I numerosi controlli effettuati su materie prime e prodotti finiti, condotti grazie anche a un laboratorio interno attrezzato con le più moderne apparecchiature utilizzate nel campo del tissue, consentono il pieno rispetto degli standard qualitativi internazionali.

Futura Line Industry S.r.l. si avvale della certificazione UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001 per la gestione della qualità e dell'ambiente, ha recentemente ottenuto la certificazione FSC® Mixed e sta ottenendo l'ambito simbolo dell'Ecolabel da apporre sulle sue produzioni, a dimostrazione che crescita e sostenibilità ambientale rappresentano il leitmotiv della filosofia aziendale, nonché missione e obiettivo da perpetrare nel tempo.

Certificazione ISO-9001

ISO 9001, dal titolo Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti: emessa nel 1987, rivista una prima volta nel 1994 e revisionata sostanzialmente nel 2000; ultima revisione nel 2008 (ISO 9001:2008), recepita nello stesso anno dall'UNI (UNI EN ISO 9001:2008[1]); la norma definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per una organizzazione. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere implementati da ogni tipologia di organizzazione.

Documento Ita Documento Eng
Certificazione FSC®

La certificazione della Catena di Custodia (COC) garantisce la rintracciabilità dei materiali provenienti da foreste certificate FSC® ed è indispensabile per poter applicare le etichette FSC® sui prodotti. Il possesso di una valida certificazione FSC® della Catena di Custodia è condizione necessaria per poter vendere un prodotto come certificato. Grazie a questa certificazione un'organizzazione può garantire il mercato circa la provenienza del legname o della carta utilizzati per i propri prodotti e quindi dimostrare in maniera corretta, trasparente e controllata il proprio attivo contributo alla gestione forestale responsabile.

Documento Eng
Certificazione ISO-14001

La sigla ISO 14000 identifica una serie di standard internazionali relativi alla gestione ambientale delle organizzazioni, stabiliti dall'Organizzazione Internazionale di Standardizzazione (ISO). Forse la più nota di queste norme è la ISO 14001, che stabilisce i requisiti di un Sistema di Gestione Ambientale.

Documento Ita Documento Eng
Certificazione AEO

L'articolo 5a del regolamento 648/2005 da la possibilità agli Stati membri di garantire lo status di AEO/OEA all'operatore economico che rispetti alcuni precisi standard di: compliance doganale, tenuta delle scritture contabili, solvibilità finanziaria, conformità ad elevati standard in materia di sicurezza. Una volta ottenuto lo status di AEO/OEA l'operatore economico può spendere la sua certificazione sull'intero territorio comunitario beneficiando delle semplificazioni previste indipendentemente dal paese in cui viene effettuata l'operazione doganale.

Documento Ita
Certificazione OHSAS 18001-2007

L'acronimo OHSAS sta per Occupational Health and Safety Assessment Series ed identifica uno standard internazionale per un sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori. La norma OHSAS 18001:1999 è stata emanata dal BSI nel 1999 e rivista nel 2007, così da poter disporre di uno standard per il quale potesse essere rilasciata una certificazione di conformità. La certificazione OHSAS attesta l'applicazione volontaria, all'interno di un'organizzazione, di un sistema che permette di garantire un adeguato controllo riguardo alla Sicurezza e la Salute dei Lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti.

Documento Ita Documento Eng
Certificazione PEFC

Il PEFC Italia è un’associazione senza fini di lucro che costituisce l’organo di governo nazionale del sistema di certificazione PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), cioè il Programma di Valutazione degli schemi di certificazione forestale. Il PEFC è un’iniziativa internazionale basata su una larga intesa delle parti interessate all’implementazione della gestione forestale sostenibile a livello nazionale e regionale. Partecipano allo sviluppo del PEFC i rappresentanti dei proprietari forestali e dei pioppeti, dei consumatori finali, degli utilizzatori, dei liberi professionisti, del mondo dell’industria del legno e dell’artigianato. Tra i suoi obiettivi si segnala quello di migliorare l’immagine della selvicoltura e della filiera foresta–legno, fornendo di fatto uno strumento di mercato che consenta di commercializzare legno e prodotti della foresta derivanti da boschi e impianti gestiti in modo sostenibile.

Documento Eng